La punizione più bella di sempre

Tacconi abbracciato al palo, compagni increduli, balistica extraterrestre e gravità dubbiosa.
Per mettere quella palla lì, con quella barriera lì, a quella distanza lì ci vuole una carezza: devi colpire di mezzo interno sinistro dando un giro talmente veloce che la gamba del piede che calcia te la devi lanciare molto dietro il tuo baricentro, appena la pelle di canguro delle puma king si sia staccata dal pallone.
Questa è la teoria, marchetta inclusa.
La pratica è Diego Armando Maradona, che della teoria, dei dettami tattici, degli assiomi tecnici, e un po’ anche della fisica, se n’è sempre sbattuto le palle. Per fortuna.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: